Cultura dell’Irlanda

È molto difficile parlare di cultura della Repubblica d’Irlanda in senso stretto senza correlarsi alla cultura dell’isola: a differenza della regione britannica dell’Ulster, nella quale gli squilibri sociali, il settarismo e il conflitto violento e spesso armato hanno portato notevoli influenze culturali originali, lo stato indipendente d’Irlanda ha continuato a cercare le radici nella storia gaelica pre-normanna e nelle tradizioni della popolazione, il che ha portato dopo l’indipendenza a riscoprire la lingua gaelica e a proclamarla lingua nazionale.

La cultura irlandese, infatti, vanta un’evoluzione che attraversa un arco di diversi secoli e parte sin dai tempi preistorici. La situazione attuale si snoda agli estremi tra la tranquilla e folcloristica vita dei contadini e degli allevatori dell’ovest e delle midlands e lo stile di vita degli abitanti delle grandi e moderne città, così come tra i cattolici sparsi in tutta l’Irlanda e i protestanti dell’Ulster, tra le piccoli popolazioni che parlano la lingua irlandese nelle zone Gaeltacht e la maggioranza anglofona, tra la popolazione stabile e i cosiddetti Travellers, e tra gli immigranti in aumento e le popolazioni native.

L’isola d’Irlanda è famosa nel mondo, fra le tante cose, per il Libro di Kells, la birra Guinness, la particolare musica folk, mentre in ambito letterario per scrittori del calibro di George Berkeley, James Joyce, George Bernard Shaw, Richard Brinsley Sheridan, Oliver Goldsmith, Oscar Wilde, W.B. Yeats, Samuel Beckett, Jonathan Swift, Séamus Heaney, Herminie T. Kavanagh e molti altri. Shaw, Yeats, Beckett e Heaney sono stati insigniti del premio Nobel per la letteratura. Ernest Walton del Trinity College di Dublino è stato invece insignito del premio Nobel per la fisica per le scoperte sulla fissione dell’atomo.

In ambito musicale, figure importanti del XX secolo dell’Irlanda sono il gruppo The Chieftains e anche The Dubliners, Christy Moore, Pat Ingoldsby, Shane MacGowan, Sinéad O’Connor, Enya, i Clannad e lo show di danza Riverdance. Anche il rock deve molto ai musicisti irlandesi: i Cranberries, gli U2, i Pogues, i Thin Lizzy, Rory Gallagher, i God Is an Astronaut e Bob Geldof, che provengono infatti dall’isola, senza dimenticare il gruppo dark underground dei Virgin Prunes. Anche The Corrs, gruppo pop-rock; la boyband irlandese per eccellenza, i Boyzone, nata negli anni novanta, i Westlife. Il frontman Dave King del gruppo Celtic punk Flogging Molly è irlandese. Damien Rice e Lisa Hannigan provengono entrambi dalla provincia del Leinster. Dall’Irlanda del Nord (Belfast) proviene invece lo storico gruppo punk degli Stiff Little Fingers e il celebre musicista e cantante Van Morrison.

Fonte: Wikipedia

I commenti all'articolo "Cultura dell’Irlanda"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...