Fiume di Dublino, il River Liffey

di
Fiume di Dublino, il River Liffey © Jordan Lessona

Fiume di Dublino, il River Liffey © Jordan Lessona

Dublino scivola nel River Liffey con le sue luci sfumate. Barlumi indefiniti di notti lontane che raccontano di quando era solo un nucleo celtico, Baile Atha Cliath, e più tardi di quando i vichinghi fecero dello stagno nero, Dubh Linn, un centro permanente.

Storie e nomi annegati nel fiume che la divide e la unisce, in cui si specchia ogni giorno per restituire di sé l’immagine sfregiata dal giogo britannico e la fotografia sbiadita della Libertà ritrovata.

Anni di buia povertà sino a rinascere e diventare simbolo di benessere e opulenza. Ma nelle arterie di Dublino, oltre al traffico sempre più caotico, scorre la storia di un popolo fiero e colto che ha regalato al mondo arte, letteratura, musica.

Ogni via della capitale, percorsa sui Double Decker o a piedi, è intrisa di questo passato che un futuro ultramoderno cerca di piegare al turismo di massa. Ma i simboli di ieri vivono ovunque.

Negli edifici georgiani di Parnell Square e O’ Connell Street, il centro della città, dove i fori dei proiettili dell’Insurrezione di Pasqua del 1916 sono memoria sulle mura della Posta Centrale.

Nelle melodie dei menestrelli a Temple Bar, il quartiere intellettuale, a pochi passi dalla Bank of Ireland. Struttura imponente e di prestigio, costruita per ospitare il parlamento irlandese, “cancellato” nel 1801 con l’Act Of Union.

Nell’università d’Irlanda, il Trinity College, fondato da Elisabetta I nel 1592, dove teche protettrici conservano il Book Of Kells, uno dei libri più antichi e preziosi al mondo che contiene i quattro vangeli in latino e fini illustrazioni complesse.

Nel tintinnare dei boccali alla Guinness Storehouse, dove la birra è diventata primato. Dal settimo piano del vecchio edifico, il Gravity Bar, si possono intuire il campanile cattolico della Christ Church e quello protestante della cattedrale di San Patrizio.

Nei Docks dove macchine efficienti hanno sostituito le povere e forti braccia di un tempo: caricano e scaricano merci che navi attraccate nel porto distribuiranno in tutto il mondo come le luci sfumate e le storie di Dublino che il River Liffey porta al mare ogni giorno.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Fiume di Dublino, il River Liffey"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...